Riforme, Renzi: nel 2013 preso un impegno da Napolitano

 

“Oggi forse molti fingono di non ricordarlo ma il legame fra questa legislatura e riforme costituzionali nasce dall’impegno preso dal presidente Giorgio Napolitano quando ha accettato nel 2013 un nuovo incarico da Capo dello Stato dopo le pressioni di tutti i partiti”.

Lo ha sottolineato il premier Matteo Renzi, parlando del referendum popolare sulla riforma costituzionale del governo Renzi approvata dal Parlamento, in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno.

Sull’esito della consultazione popolare, Renzi si è dichiarato “ottimista e fiducioso” sulla affermazione dei sì. “D’Alema che fa coppia con Berlusconi per il no mi pare in linea con i loro ultimi venti anni. Se vince il no- ha mentito fra l’altro- torniamo alle bicamerali D’Alema-Berlusconi e ci teniamo il Parlamento più costoso e numeroso del mondo. Se vince il sì semplicemente inizia il futuro”. (askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -