Congresso: famiglie vittime 11/9 potranno far causa all’Arabia Saudita

 

twinUna legge appena approvata dal Congresso americano darà la possibilità alle famiglie delle vittime degli attentati alle Torri Gemelle dell’11 settembre del 2001 di fare causa all’Arabia saudita per i suoi presunti collegamenti con i terroristi.

Tuttavia è molto probabile, scrive il Washington Post, che il presidente americano Barack Obama vi ponga il veto. Inoltre all’interno del Congresso diversi politici temono che un provvedimento di questo genere potrebbe incrinare i rapporti con Riad e creare inutili tensioni tra i due paesi.

ARABIA SAUDITA: DONNA DECAPITATA PER STRADA. Questi sono gli alleati che Obama non vuole turbare

Il Washington Post racconta come le famiglie delle vittime siano invece intenzionate ad andare fino in fondo alla questione, soprattutto in occasione del 15esimo anniversario dagli attentati che cade questa domenica. I sostenitori della legge credono che la Casa Bianca sbagli a porre il veto: questo perché gli stati che non hanno commesso atti terroristici non devono temere nulla da questo nuovo provvedimento.

La misura è stata approvata a maggio dal Senato, destando molti dubbi. Il governo in quell’occasione aveva pubblicato una serie di documenti segreti sull’indagine del Congresso sugli attentati dell’11 settembre in cui si parlava di un possibile collegamento tra Ryad e i terroristi di al Qaeda. I nuovi documenti in realtà non contengono elementi significativi per sostenere questa tesi. (askanews)

Renzi-arabia



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -