Mar Nero, Pentagono: caccia russo sfiora aereo militare Usa

 

Un caccia russo SU-27 Flanker ha intercettato un aereo da ricognizione della marina americana P-8A Poseidon impegnato in “operazioni di routine” nello spazio aereo internazionale in corrispondenza del Mar Nero, ha denunciato il Pentagono precisando che il jet di Mosca è arrivato a soli tre metri da quello americano. Si è trattato, si precisa, di una manovra “non sicura che ha portato i due aerei vicini” per 19 minuti. “Azioni come questa hanno il potenziale di provocare una escalation non necessaria delle tensioni fra i paesi e possono causare errori e incidenti con feriti gravi o morti”.

Il ministero della Difesa russo ha confermato l’avvicinamento, ma il portavoce Igor Konachenkov ha spiegato che i piloti russi hanno agito rispettando le norme internazionali: ad avvicinarsi allo spazio aereo russo è stato, per due volte, l’aereo americano e con il trasponder spento. Per questo il caccia russo si è levato in volo dalla base aerea di Belbek, in Crimea, recita la versione di Mosca. Sono in corso nella regione le esercitazioni militari Caucasus 2016, che vedono il coinvolgimento di 12mila militare, oltre che di aerei della Flotta del Mar Nero. (AdnKronos)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -