400 clandestini con 70 barchini partiti dall’Algeria per la Sardegna

 

Cagliari, 2 set. 2016 – Circa 400 migranti sarebbero partiti  da Annaba, in Algeria, con 70 barchini diretti verso Teulada. Si tratterebbe di una vera e propria invasione del Sulcis. Ne da notizia il deputato di Unidos, Mauro Pili, citando fonti attendibili.   https://pressinsardinia

algeria-immigrati

“Ci sono notizie che prima di essere date devono essere verificate. Altre che si devono dare, punto e basta. Quella che sto per darvi rientra nei canoni di quelle che si ha l’obbligo di dare. Per coscienza, per responsabilità”, dice Pili. “Non ho i mezzi per fare tutte le verifiche necessarie, a quest’ora soprattutto –precisa -, ma si tratta di fonti consolidate, serie e responsabili. Nonostante questo, però, la rappresentazione numerica, le modalità, suggeriscono la prudenza”.

“Secondo fonti riservate, questo pomeriggio, dalle coste di Annaba, ridente e moderna cittadina dell’Algeria, punta avanzata verso la Sardegna, una vera e propria flotta di 70 barchini si sarebbe messa in mare. Una vera e propria invasione delle coste sud della Sardegna, pianificata nei minimi dettagli e organizzata con il tempismo di chi conosce come pochi i più sofisticati mezzi per la previsione meteo. Il satellite segna calma piatta. Niente onde. Niente vento. Una finestra meteo ideale di 24 ore. Con l’incognita dell’incerto, sempre in agguato in mare aperto. Da Annaba al più vicino punto d’attracco, o di spiaggiamento, ci sono poco più di 200 km. Come Cagliari-Sassari su un barchino. A bordo di ognuno dovrebbero esserci non meno di 5 o 6 migranti. Si parla di 350/400 algerini in fuga dalla propria terra verso la Sardegna. Esodo biblico per le modalità, azzardate e da ultima spiaggia”.

“70 barchini in un colpo –afferma Pili – solo non possono che essere una flotta messa in mare da un’organizzazione criminale che gestisce in modo spregiudicato la tratta degli uomini. Lattine di carburante, non meno di 150 litri per barca”, e il business della costruzione delle feluche.

“Questa sera, mentre si smontavano le tende al porto Canale (anche se le procedure di identificazione non sono ancora terminate), qualcuno ha chiesto: ma perchè le smontiamo se domenica sappiamo che ne arrivano altri 400? La risposta è stata lapidaria: quelli arrivano per conto loro”.

“Come è possibile – conclude Pili – che fonti ufficiali sapessero di un arrivo così consistente e spontaneo già dalla sera di oggi? Se tutto questo verrà drammaticamente confermato e se lo sbarco sarà compiuto o felicemente interrotto molti interrogativi dovranno avere risposte urgenti. Chiunque cerchi di farci credere che la rotta tra Algeria e Sardegna è una via occasionale, sporadica e autogestita sa bene di dire il falso. C’è qualcosa di più, e il governo non può non sapere. Spero che questa anticipazione sia utile a salvare vite umane o a prevenire il futuro”.



   

 

 

1 Commento per “400 clandestini con 70 barchini partiti dall’Algeria per la Sardegna”

  1. I MORI.BERBERI.SARACENI.TUAREG . ECC… MANCA SOLO ANNIBALE CON GLI ELEFANTI . POI SIAMO A POSTO.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -