Uzbekistan: giallo sulla salute del presidente karimov

 

uzbekistan Islam KarimovIl governo uzbeko smentisce la notizia della morte del presidente Islam Karimov riportata ieri notte da alcuni media, tra cui l’agenzia Fergana.

Ieri la figlia di Karimov, Lola, ha scritto su Facebook e Instagram che il padre, che ha 78 anni, è stato ricoverato in ospedale “sabato mattina” per un’emorragia cerebrale.

Secondo alcune fonti, il presidente sarebbe già morto, ma le autorità del paese per il momento non vogliono darne notizia.

Il governo di Tashkent smentisce anche la notizia degli arresti domiciliari per il vice premier Rustam Azimov, considerato uno dei probabili successori di Karimov assieme all’attuale premier Shavkat Mirziyayev.

Karimov guida l’Uzbekistan  da oltre 25 anni, cioé da quando diventò segretario del Partito Comunista e Gorbaciov lo mise a capo dell’allora repubblica sovietica nel 1989.

Non è un segreto che la relativa stabilità della zona, che è di vitale importanza per la Russia,  si basa su tre paesi: Kazakhstan, Uzbekistan e Tagikistan, che sono interconnessi in maniera piuttosto complicata, ma vi è una relazione più o meno equilibrata.

Naturalmente, c’è il problema dell’Afghanistan, e un certo tipo di rischi connessi con l’espansione economica della Cina, che oggettivamente non può essere rimosso o almeno ridotto senza la partecipazione della Russia.
Ma nessuno può dire con certezza come andranno le cose in Uzbekistan e attorno ad esso, se Karimov è davvero morto.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -