A Calais oltre 10mila clandestini, sale la tensione

 

Cresce la tensione a Calais, porto del nord della Francia in cui si radunano i migranti in attesa di tentare di raggiungere la Gran Bretagna. Mentre il numero di presenze si fa sempre più elevato, e secondo i calcoli delle autorità dovrebbe presto superare quota 10.000, la Federazione nazionale dei trasportatori su strada di Francia ha annunciato una manifestazione per lunedì 5 settembre.

Gli autotrasportatori vogliono denunciare la scarsa sicurezza, soprattutto di notte, nell’area del porto nel tratto autostradale di accesso, spesso presidiate da migranti che tentano di introdursi nei tir. Per questo, lunedì prossimo dalle 7 di mattina si muoveranno in due cortei dalle vicine città di Dunkerque e Boulogne-sur-Mer verso Calais, procedendo a passo di lumaca in autostrada. Nel punto d’incontro dei due cortei, organizzeranno un blocco stradale “di durata indeterminata”.
Contemporaneamente, a partire dallo stadio cittadino sarà organizzata una catena umana, che dovrebbe raggiungere il blocco.
“Chiediamo ai cittadini di prendere permessi dal lavoro, di venire e partecipare”, spiega un rappresentante sindacale dei lavoratori portuali, che sostengono la protesta. ANSAMED

Clandestini colpiscono i camion per costringerli a fermarsi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -