Sisma, “un conto corrente postale diretto per le donazioni”

 

Un’idea di Lino Ricchiuti per le persone colpite dal sisma.

amatrice-sindacoSign. Sindaco di Amatrice , Sergio Pirozzi , sono giorni che ammiro il suo coraggio e il suo vero attaccamento al suo territorio, si vede che è una bravissima persona, uno di quei italiani sani e onesti che comunque ancora e per fortuna vivono in questo Paese. A supporto di ciò , anche se capisco che ora la sua mente sia angosciata e preoccupata per i suoi concittadini defunti o ancora sotto le macerie, ma le chiedo dal profondo del cuore, perchè non provvede magari in accordo con i sindaci degli altri comuni colpiti ad aprire un conto corrente postale diretto per le eventuali donazioni ? Nessuno la prenda a male , ma mi sentirei molto più tranquillo e sono convinto che molti più cittadini potrebbero volontariamente concorrere in questo gesto di solidarietà.

Preferirei fosse direttamente la comunità colpita a gestire i fondi che arrivano dalle donazioni. Inoltre , le commissioni bancarie di circa 9 euro che devono essere corrisposte per bonifici in contanti, anche per piccole donazioni , preferirei arrivassero direttamente ai nostri concittadini , colpiti da questa immane tragedia. Noi le banche le combattiamo, non le ingrassiamo e c’è differenza tra un bollettino postale e un bonifico bancario.
La abbraccio fraternamente e attendo un suo contatto.

Lino Ricchiuti



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -