Bari: eritreo accoltellato da connazionale nel centro di accoglienza

 

BARI, 26 AGO – E’ in pericolo di vita, in seguito a un accoltellamento avvenuto al Cara di Bari, un cittadino eritreo, di 43 anni, ospite del centro. Si tratta di Teweldebrhan Kahsay accoltellato da un connazionale, Rezene Tekeste, di 45 anni, arrestato dai carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione dei militari dell’Arma, l’accoltellamento sarebbe avvenuto in seguito a dissidi interni alla micro-realtà eritrea all’interno del Cara. A eseguire l’arresto di Tekeste, accusato di tentativo di omicidio, sono stati i carabinieri in servizio al centro richiedenti asilo. Il coltello con cui è stato ferito Kahsay è stato recuperato. L’uomo, colpito all’addome, è stato soccorso dagli operatori di un’ambulanza del 118 e trasferito in codice rosso al vicino ospedale San Paolo dove è stato operato d’urgenza. Le sue condizioni sono gravi.  (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -