Rapina in banca, direttore era il basista

 

VERCELLI, 25 AGO – Nella banda dei rapinatori di banca, c’era anche il direttore facente funzioni della filiale, il basista. Lo ha scoperto la polizia di Vercelli che ha risolto il caso del colpo alla Biverbanca di Caresanablot (Vercelli), arrestando 5 persone. Tra queste il bancario Roberto Martinotti, 57 anni, di Caresanablot, in banca al momento della rapina, messa segno da un solo uomo, Silvio Iadanza, 27 anni, di Montesarchio (Benevento), incensurato.

Gli altri arrestati sono: Pietro Zocco, 48 anni, di Vercelli e Franco Coppola, 46 anni, di Masserano, ‘staffette’ e intermediari, Salvatore Bettini, 35 anni, sempre di Vercelli, ideatore della rapina, Il gruppo progettava un’altra rapina, in una villa, ai danni di un anziano facoltoso vercellese, amico del direttore facente funzioni della banca, ma ha desistito. Tuttavia, Iadanza, prima di fare rientro in Campania, ha tentato un altro colpo nella stessa banca rapinata: ad attenderlo c’era la polizia che l’ha arrestato. Ora è ai domiciliari, i complici in carcere. (ANSA)



   

 

 

1 Commento per “Rapina in banca, direttore era il basista”

  1. E’un caso di”deformazione professionale”!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -