Sisma Centro Italia, bilancio provvisorio: 73 morti

 

sisma-centroitalia

I morti accertati al momento sono 73, ma il numero purtroppo è destinato ad aumentare. Numerose persone si trovano ancora sotto le macerie e i soccorsi vanno avanti senza sosta.

I morti accertati nel Lazio, e cioè ad Amatrice ed Accumuli sono 53. Mentre nella Regione Marche sono già 20 i morti accertati. E’ ancora imprecisato il numero dei dispersi. Al Pronto soccorso di Ascoli Piceno e di San Benedetto del Tronto (Regione Marche) sono arrivati almeno 81 feriti, di cui 7 in gravi condizioni. Mentre altri 153 feriti sono ricoverati nelle strutture del Lazio. Altri 29 feriti sono ricoverati a L’Aquila in Abruzzo.

I paesi più colpiti sono Amatrice e Accumoli (in provincia di Rieti) e Pescara del Tronto (frazione di Arquata, in provincia di Ascoli Piceno). Un sisma “paragonabile, per intensità, a quello dell’Aquila” ha detto il capo del Dipartimento Protezione Civile Fabrizio Curcio .

La scossa più forte, di magnitudo 6.0, è stata registrata alle 3:36 con epicentro vicino ad Accumoli, in provincia di Rieti, e con epicentro a soli 4 chilometri di profondità.
Una seconda scossa di magnitudo 5.4 è stata registrata alle 4:33 con epicentro tra Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata) ed ipocentro a 8,7 chilometri di profondità. Alle 13:50 ancora una forte scossa, di magnitudo 4.7, ha colpito l’intera area.

Il sisma è stato avvertito in quattro regioni: Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -