C’è il crocifisso in Comune: coppia islamica non si sposa

 

crocifissoIl crocifisso non si tocca. Così, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, a guida di una amministrazione di centrodestra, ha replicato a una coppia musulmana che intendeva sposarsi nel suo municipio. Lo scrive il quotidiano “La Stampa”.

La coppia, lei di origine rapallese e lui albanese, entrambi residenti in Francia, si era rivolta al comune ligure per celebrare le nozze . “Però, lì quel crocifisso non ci deve stare” aveva detto la madre dello sposo nel corso del sopralluogo col personale del municipio. Richiesta girata al sindaco , che l’ha rispedita al mittente. Risultato: il matrimonio non si fa.

La madre musulmana non l’ha presa bene: “Avevamo chiesto la celebrazione di un rito civile e nei luoghi civili non ci devono essere simboli religiosi. Il Comune, inoltre, non è autorizzato a trasformare una vicenda privata in pubblica” riporta sempre il quotidiano torinese. Il sindaco, da parte sua, non cede: “Ci riteniamo offesi da questo atto che riteniamo irrispettoso nei confronti della nostra religione”. LIBERO

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

3 Commenti per “C’è il crocifisso in Comune: coppia islamica non si sposa”

  1. Ha fatto bne il Sindaco – la Credenza è un fatto personale . Il Crocifisso è parte integrandi storico contro i traditori delle Istituzioni di allora.Messo in Croce dal potere dei falsi e dei corrotti.!

    • Ne dico un altra .
      Il quotisiano torinese… Un atto privato il Sindaco non puo farlo pubblico . (???)
      Ma questo “imbratta giornali” ha dimenticato che prima di fare il matrimonio sono esposti in pubblico (atto pubblico) Tizia e Caio ecc…

  2. Bravo il Sindaco di Rapallo, ha fatto bene a non piegarsi agl’intolleranti. Peccato che invece chiuda gl’occhi sullo sconcio del lungomare e delle spiagge, che nel pomeriggio sono infestate da venditori abusivi africani, mentre alla sera (la mafia organizza i turni) da venditori pakistani, nel totale disinteresse (complicità) dei vigili urbani e del Comune, che invece assillano, intimidiscono e taglieggiano, bar e negozi regolari gestiti da italiani.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -