Ex ballerino di Amici uccide il fidanzato. Poi scrive frasi sconnesse su facebook

 

bellamy“Perdonami. L’ho fatto per amore”. Con queste parole il ballerino Marcus Bellamy, che fino al 2009 era uno dei professionisti di Amici, ha confessato su Facebook l’omicidio del fidanzato Bernardo Almonte, pochi istanti dopo l’accaduto. Dopo l’esperienza nel talent di Maria De Filippi, Bellamy aveva ballato anche con Alessandra Amoroso, prima di approdare a Broadway dove si è esibito nel musical “Spider-Man: Turn Off The Dark”.

A quanto riporta il Daily News solo qualche momento dopo aver strangolato il compagno, Marcus ha confessato l’omicidio su Facebook: “Perdonami. L’ho fatto per amore, l’ho fatto perché ti amo. Mi ha detto che odio e amore sono la stessa emozione”.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti è stato un litigio a scatenare la furia omicida del ballerino. Consumato il delitto, dopo aver pubblicato la confessione sui social, Bellamy ha lasciato l’appartamento per avvisare un vicino dell’accaduto ed è andato a pregare sul marciapiede. Il vicino ha chiamato le forze dell’ordine, che lo hanno immediatamente arrestato. Bellamy ha identificato Almonte come il suo compagno, ma si è rifiutato di dire altro. E’ stato poi portato al Lincoln Hospital a causa di alcuni dolori al petto e le sue condizioni di salute al momento sono stabili.

Pochi momenti dopo la tragedia, su Facebook aveva condiviso frasi inquietanti come “Sono Dio. Do la vita e posso toglierla. Quindi lascia stare”, “L’ho fatto per amore”, “Perdonami padre” e “Lucifero”. tgcom24

bellamy-lucifer



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -