Profugo molesta una ragazzina, sindaco: “I genitori dovevano stare zitti”

 

Colpa della famiglia. Hanno fatto una piazzata”. E’ incredibile, quasi paradossale, la presa di posizione del sindaco di Frassinelle Ennio Pasqualin sul caso della ragazzina molestata nella pista ciclabile da un ventenne richiedente asilo (leggi l’articolo su La Voce di Rovigo).

Non è successo niente – minimizza infatti il primo cittadino – un richiedente asilo ha avvicinato una ragazza, le ha chiesto il numero di cellulare, ha fatto apprezzamenti positivi. Ad un certo punto le ha messo una mano sulla spalla. E’ forse una molestia? L’errore lo hanno commesso i familiari della ragazza: era consigliabile il silenzio assoluto. Se lo avesse fatto un ragazzo italiano tutto questo non sarebbe successo”.

Parole che fanno più male del fatto in sé. E che fanno un’eco che esce dai confini del suo paese. Da Crespino, Angela Zambelli, donna e sindaco, la pensa molto diversamente dal collega: “Se la ragazza ha avvertito quelle parole o quell’atteggiamento come un fastidio, vuol dire che tanto normale non è stato. Questo episodio non va assolutamente minimizzato, anche se posso capire che la faccenda sia delicata e meriti la massima discrezione. In ogni caso la ragazza e la sua famiglia in tutta questa vicenda non hanno ovviamente nessuna responsabilità“.

L’articolo completo sulla Voce di Rovigo  in edicola il 19 agosto

molestie-frassinelle



   

 

 

5 Commenti per “Profugo molesta una ragazzina, sindaco: “I genitori dovevano stare zitti””

  1. Veramente uno dei tanti atti che secondo quel signore dovremmo sopportare. Massimo rispetto per la ragazzina e la sua famiglia. Non è successo niente dice …. è già sufficiente per essere dichiarata molestia, anche se verbale. E se succedeva il peggio ? Signor sindaco lei non sa che vuol dire portarsi addosso una violenza, di qualsiasi genere sia …… e anche le parole pesanti fanno molto male . Distinti saluti signora Teresa Sarcinelli.

  2. Purtroppo la reazione del sindaco è perfettamente in linea con quella del governo,per cui c’è poco da meravigliarsi.

  3. Son sono come noi, non sono come noi, non sono come noi!!! Se solo li saluti o gli sorridi pensano che tu ci stia!!!!!!!!!!

  4. Sindaco te vuless fa diventare
    intelligente x un momento per
    te fa capì quanto si strunz

  5. Se le parole del sindaco sono vere costui va rimosso. La magistratura prenda dei privvedimenti una buona volta.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -