Iraniani sbarcano a Bari con documenti falsi rubati a Salerno

 

BARI, 19 AGO – Due fratelli iraniani sono stati arrestati dalla Polizia di frontiera nel porto di Bari dopo essere sbarcati da un traghetto proveniente dalla Grecia. Erano in possesso di documenti d’identità falsi; con loro viaggiavano una donna, moglie di uno dei due, e i figli di 4 e 6 anni della coppia. La donna e i bambini sono stati affidati al Comune di Bari. I due fratelli sono in carcere con le accuse di documenti falsi e ricettazione.

Nell’udienza di convalida degli arresti, hanno raccontato il loro viaggio dall’Iran, iniziato mesi fa, per raggiungere parenti in Germania, dicendo di aver raggiunto la Turchia da dove, a bordo di una imbarcazione di fortuna, hanno raggiunto la Grecia. Qui hanno incontrato alcune persone, di cui non hanno fornito generalità, che hanno consegnato loro i documenti per imbarcarsi per l’Italia al costo di 2.500 euro ciascuno. Le carte d’identità sono risultate rubate a Nocera Inferiore (Salerno), modificate con foto e nomi falsi e recanti il timbro del Comune di Bologna. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -