Picchia la moglie e le brucia gli abiti, mandato ai domiciliari

 

violenza-donne

Torino – Ha prima picchiato la moglie, ha dato fuoco ai suoi vestiti e li ha buttati fuori dalla finestra, poi sceso in strada ha litigato con un passante arrivato in soccorso della donna. Fermato dai carabinieri e’ stato pero’ rimesso agli arresti domiciliari ai quali si trovava gia’ per altri reati.

E’ accaduto ad Alba, in provincia di Cuneo. Protagonista un 40enne pregiudicato del luogo, ai ‘domiciliari’ per reati contro il patrimonio e la persona. I militari, intervenuti su richiesta di alcuni vicini di casa in corso Europa, hanno verificato che l’uomo, durante un acceso diverbio con la moglie, una 35enne albese, oltre a percuoterla, le aveva incendiato alcuni vestiti gettandoli, ancora in fiamme, dalla finestra di casa. Poi, violando i domiciliari, scendeva in strada dove veniva alle mani con un 38enne del luogo, sopraggiunto prima dell’arrivo dei carabinieri per difendere la donna. I due contendenti e la donna sono stati quindi accompagnati in ospedale per essere medicati. E il 40enne e’ stato denunciato per evasione, danneggiamento, incendio doloso e lesioni personali.

Il pregiudicato pero’, su disposizione del P.M. di turno, al termine degli accertamenti, e’ stato riaccompagnato dai militari nel suo alloggio agli arresti domiciliari. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -