PD e business degli immigrati tra Capalbio e Sant’Angelo dei Lombardi

immigrati-al-parco

Recentemente abbiamo letto che i vip della sinistra radical chic frequentatori di Capalbio e dintorni, i luoghi di villeggiatura tra gli altri dell’emerito presidente della repubblica Giorgio Napolitano, non avrebbero gradito la presenza di una cinquantina di richiedenti asilo perché la loro presenza avrebbe creato problemi alle loro tranquille e meritate (?) vacanze.

Di tono diverso sono le reazioni della sinistra, non radical chic ma forchettona a Sant’Angelo dei Lombardi (AV) dove il sindaco del PD Rosanna Repole, già condannata in passato per danni arrecati al comune di cui è sindaco, ha deciso di fare richiesta per l’accoglienza dei profughi attraverso il progetto SPRAR per la somma di 250mila euro. Ricordiamo che, essendo un progetto cofinanziato, il 25% è a carico dei Santangiolesi.

La cooperativa chiamata a gestire il progetto è la IRPINIA 2000 con sede in via san Rocco a Sant’Angelo dei Lombardi il cui presidente è, solo per coincidenza, il segretario della locale sezione del PD, Gaincarlo Cetta.

Si sa, l’appetito vien mangiando, così si decide di passare, lo scorso mese di marzo, a un progetto per cinque annuali per la modica somma di Euro 500mila circa a carico dei Santangiolesi.

Ovviamente, stante la crisi economica che colpisce il paese e il malumore della popolazione, l’assessore Pina Castellano, la più votata in consiglio comunale, decide di non votare il provvedimento.
Il giorno dopo l’assessore non solo viene dimissionata, ma le vengono negati anche gli atti e i documenti che le consentirebbero di svolgere la funzione di consigliere comunale.
Al suo posto viene nominato, come assessore esterno, l’avvocato della cooperativa.

La morale di questa storia è chiara: la soluzione dei profughi per non toccare la suscettibilità dei VIP (parassiti) della sinistra radical chic è affidare la gestione direttamente ai segretari di sezioni del PD.

Solo per la cronaca già undici degli ospiti Santangiolesi nel frattempo sono scomparsi senza lasciare traccia

Rosario del Priore

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppure fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “PD e business degli immigrati tra Capalbio e Sant’Angelo dei Lombardi”

  1. Azz. qui qualcuno del PD e che qualcuno? predicano bene e razzolano male! qui la vergogna bisognerebbe cancellarla da tutti le enciclopedie e libri! mi viene solo il voltastomaco a leggere questa notizia e una cosa indegna e ALLUCINANTE bravi Politici del PD non vi smentite mai!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -