Financial Times: paesi esteri hanno sostenuto ribelli e jihadisti ad Aleppo

 

obama-salman

L’offensiva dei ribelli siriani su Aleppo sarebbe stata impossibile senza il supporto delle forze estere. Lo riporta il Financial Times.

Gli insorti e gli attivisti dell’opposizione armata siriana con cui ha parlato il FT hanno sottolineato che durante le operazioni militari sono stati riforniti di armi, munizioni e denaro.

Ieri sul confine abbiamo contato decine di camion che trasportavano armi. Succede tutti i giorni da circa una settimana… armi, artiglieria: non si tratta soltanto di qualche fucile e qualche proiettile“, ha raccontato l’interlocutore anonimo del FT che ha attraversato il confine turco-siriano.

Gli altri ribelli interpellati dal quotidiano hanno raccontato che il denaro e gli equipaggiamenti provengono dai protettori regionali: Arabia Saudita e Qatar. Gli aiuti ai guerriglieri passano attraverso il confine turco-siriano.

Il FT ha osservato che l’offensiva dei ribelli sulle posizioni delle truppe governative è stata perpetrata e organizzata dal gruppo jihadista al-Nusra.

Alcuni insorti hanno confermato che ufficiali americani, responsabili del supporto all’opposizione “moderata” siriana, hanno intenzionalmente chiuso un’occhio sulla partecipazione dei jihadisti all’offensiva, in modo da garantire agli insorti la roccaforte di Aleppo.

“Senza dubbio gli americani sapevano cosa stava succedendo. Lo avevano pianificato per esercitare un certa pressione su Russia e Iran”, ha riferito al FT un diplomatico occidentale anonimo in contatto con l’opposizione siriana.

I guerriglieri confermano che molte forze estere hanno validi motivi per aiutare in segreto gli oppositori di Assad ad Aleppo.

it.sputniknews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -