“Chi nega che i terroristi arrivano sui barconi deve dimettersi”

 

“Quando parlavamo di invasione i vari Renzi, Boldrini, Alfano e i benpensanti di sinistra ci deridevano, quando dicevamo che tra i clandestini si nascondevano terroristi i ‘presunti esperti’ dicevano che volevano solo cavalcare la paura contro i ‘poveri disperati’ che arrivano in Europa. Ora pretendiamo le dimissioni di tutti coloro che hanno negato l’evidenza e messo in pericolo i nostri cittadini”.

Lo afferma il capogruppo della Lega alla Camera, Massimiliano Fedriga. “Sul ‘Corriera della Sera’ -aggiunge- si legge dei documenti trovati nei covi dell’Isis in Libia. Nei progetti del Califfato l’invasione dell’Italia, e quindi dell’Europa ‘cristiana decadente’, avrebbe dovuto cominciare proprio dalla sua capitale libica. Sirte sarebbe stato il centro di smistamento e lancio delle azioni. In parte l’operazione è già cominciata con l’invio di decine, se non centinaia, di militanti partiti in modo legale, ma soprattutto infiltrati tra le masse di disperati a bordo dei barconi del traffico illegale di migranti. Nonostante ciò trovo assurdo che Renzi e Alfano continuino a far arrivare questa gente in Italia”.

Adnkronos



   

 

 

1 Commento per ““Chi nega che i terroristi arrivano sui barconi deve dimettersi””

  1. Bravissimo Fedriga!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -