Merkel convoca le grandi aziende tedesche: date lavoro ai profughi

 

merkel

Angela Merkel vuole che si faccia di più per l’integrazione dei rifugiati in Germania e due sono le strade che portano a questo obiettivo: la lingua e il lavoro. La cancelliera tedesca ha convocato – secondo quanto riporta la Bild – un vertice con tutti i “più importanti gruppi tedeschi” per il 14 settembre a Berlino per discutere “dell’integrazione dei profughi nel mercato del lavoro“.

All’iniziativa “Wir zusammen” – che significa Noi insieme – parteciperanno colossi come la Siemens, Evonik, Opel, RWE e Volkswagen.

“La cancelliera vuole convincere le aziende ad offrire più posti di lavoro ai profughi”, scrive il quotidiano tedesco, che ricorda come anche il ministro dell’Economia, il socialdemocratico Sigmar Gabriel, avesse lamentato la scarsa offerta di posti di lavoro per i profughi. Ad un migliore accesso dei rifugiati al mercato del lavoro provvederà anche la nuova legge per l’integrazione: il cosiddetto “diritto di precedenza” per le persone con passaporto europeo sarà sospeso in molti Laender per almeno tre anni.

Dopo la recente serie di episodi di terrorismo o presunto tale in Germania,il ministro degli Interni Thomas de Maiziere ha presentato un pacchetto di proposte per la sicurezza che prevede fra l’altro un aumento delle forze di polizia ed espulsioni più rapide. (askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -