San Pietroburgo: l’incontro di Putin con Erdogan

 

putin-erdogan

Il SU-24 ABBATTUTO: Dopo l’abbattimento del su-24 Putin aspettava le scuse che una volta arrivate si sarebbe passati a ristabilire i rapporti. Questione di orgoglio che non è MAI stato sacrificato per nessun interesse geopolitico! L’intero pacchetto russo delle sanzioni ai turchi era in vigore finché Erdogan non solo non gli ha mandato le scuse scomunicando poi i responsabili, ma finché non è venuto a SpB a baciare i piedi allo Zar! Si chiama tecnica del bastone e della carota. Quello che ha i due strumenti in mano è russo. Indovinate chi dei due!

L’IMPORTANZA DELLA TURCHIA: La Turchia è un nemico storico della Russia, ma occupa una posizione strategica per Mosca. Nel 2016 in particolare, l’importanza è di carattere energetico (1). Questo perché la Russia ha bisogno di esportare il gas – sia per arricchirsi che per evitare che siano i concorrenti a cementare per secoli i tubi energetici (2) creando infrastrutture energetiche nemiche! Turchia è essenziale nella crisi siriana/ISIS, che per la Russia ha una grande importanza per diverse ragioni (3).

PANICO SUI DIRITTI UMANI: Sono le solite cagate occidentali per attaccarsi alle palle degli altri. Cagate sì, perché gli stessi non denunciano gli alleati sauditi per le peggio cose solo perché alleati. I grandi strateghi come Putin pensano agli interessi strategici del proprio stato e ai propri cittadini. Lo fanno mandando a Erdogan i comunicati del ministero degli esteri e imbruttendolo a non causare danni ai cittadini russi. Mentre i politici occidentali, servi ed impotenti, soffocano di rabbiose dichiarazioni inutili ed inefficienti politicamente, che non risolvono niente. Ma niente! Fiato sprecato. Il leader della Russia non ha tempo da sprecare a vuoto invece.

GOLPE: Putin, sapendo che si trattava del golpe filo-USA è subito intervenuto per sostenere il governo legittimo turco. Operazione diplomatica da 110 lode – pulitissima e da superstratega. Facendo ciò, con UNA CHIAMATA è stato capace di travolgere gli equilibri nella regione, tirando un membro della NATO dalla sua parte. E lo ha fatto quando Erdogan gli aveva già chiesto scusa. Passaggio fondamentale!

SAN PIETRIBURGO: le decisioni sono strategiche per entrambi.
✔ ‪#‎TurkishStream‬
✔ Centrale nucleare
✔ Cooperazione sulla Siria
✔ Cancellerie occidentali mandate in tilt

Se non avete capito neanche adesso, siete irrecuperabili!

Irina Osipova

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -