Conti pubblici, “In autunno servirà una manovra da 30-40 miliardi”

 

Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:

Renzi-80euro“Si avvicina il giorno della verità per Matteo Renzi: venerdì l’Istat pubblicherà i dati sull’andamento del Pil del secondo trimestre 2016 e molto probabilmente saranno dolori. Ma attenzione, quei dati (al 30 giugno 2016) non conterranno ancora gli effetti della Brexit, per la quale si è votato il 23 giugno. Significa che nel terzo trimestre andrà ancora peggio. E lo verremo a sapere in autunno sotto referendum e sotto Legge di stabilità, per cui da un lato Renzi sarà costretto a una manovra correttiva monstre, dall’altro gli italiani avranno finalmente la possibilità di mandare a casa un governo che ha sbagliato tutta la politica economica, mettendo a repentaglio la stabilità dei conti pubblici ancor prima del referendum del Regno Unito.

Già nel Documento di Economia e Finanza (Def) di aprile, infatti, la crescita reale del Pil nel 2016 è stata sovrastimata dall’esecutivo all’1,2% quando tutti gli outlook sul nostro paese dicevano che sarebbe arrivata a stento all’1%. E molto probabilmente sarà attorno alla metà (0,6%). Considerando un tasso di inflazione che sarà pari a zero o poco più di zero (l’acquisto a giugno 2016 è -0,2%), ne deriverà una crescita nominale (data da crescita reale più inflazione) intorno a 0,5%-0,6%, vale a dire un quarto di quanto previsto dal governo ad aprile (2,2%), con le relative conseguenze in termini di conti pubblici, che il governo ha sempre gonfiato per giustificare la politica spendi e spandi, finalizzata a comprarsi il consenso, del presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Che le cose andassero male già prima della Brexit e che il governo non ne abbia tenuto conto emerge chiaramente anche dall’analisi di altri indicatori: la produzione industriale crollata dell’1% a giugno 2016 rispetto a giugno 2015, il fatturato dell’industria del 2,7% a maggio 2016 rispetto all’anno precedente, gli ordinativi del 4,2% e il commercio al dettaglio dell’1,3% (sempre maggio 2016 su maggio 2015, ultimi dati disponibili).

A ottobre, quando con la Legge di stabilità uscirà tutta la polvere messa sotto il tappeto dal duo Renzi-Padoan, servirà una manovra correttiva da 30-40 miliardi per coprire il buco della minor crescita (almeno 16 miliardi, senza considerare l’effetto Brexit), sterilizzare le clausole di salvaguardia (15 miliardi, per evitare l’aumento dell’Iva) e finanziare le cosiddette ‘spese indifferibili’ come le missioni internazionali e le risorse per gli ammortizzatori sociali (altri 10 miliardi circa).

Altro che bonus da elargire. Sarà sangue, sudore e lacrime per gli italiani, che voteranno No al referendum per mandare finalmente a casa Renzi”.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -