Arroganza islamica, atleta Usa con l’hijab ai Giochi: “Abituatevi”

 

velo-olimpiadi“L’America deve abituarsi a gente come me”. Ibtihaj Muhammad è la prima atleta statunitense a indossare l’hijab, il velo prescritto dalla religione islamica, ai Giochi olimpici.

Porto solo in giro quello che sono – dice in una intervista alla Stampa – una donna, una afroamericana, una musulmana. Sono tutti aspetti della mia identità che non voglio correggere o nascondere”.

Speriamo che l’arrogante musulmana con la sciabola sia disposta da accettare che anche gli altri portino in giro quello che sono e non vogliano correggersi o nascondersi. E possano continuare a ritenere il velo un addobbo medievale, senza essere perseguitati.

L’amore per la scherma è iniziato a tredici anni. “Mi piace il fatto che qui conta solo il merito – spiega – una volta calata la protezione, resta l’abilità: nessuno ti valuta più in base a sesso o religione”.

E avverte con chiarezza: “Non avrei potuto innamorarmi di uno sport che mi chiedeva di trasformarmi”. Alle Olimpiadi in Brasile non porta, dunque, solo la sua presunta bravura con la spada. C’è anche una battaglia politica per “sdoganare” il velo islamico in America e nel mondo. “Bisogna sfruttare al massimo il momento, parlare per chi non ha voce – spiega nell’intervista alla Stampa – l’America deve abituarsi alla gente come me. Non sono una rarità, sono una donna che porta la hijab”.

E spera in una medaglia, che secondo lei potrebbe servire come cassa di risonanza per “eliminare un po’ di stereotipi” e “diminuire i pregiudizi”.

con fonte il giornale

 



   

 

 

2 Commenti per “Arroganza islamica, atleta Usa con l’hijab ai Giochi: “Abituatevi””

  1. Per prima cosa se le sue intenzioni sono quelle che asserisce io sono completamente d’accordo con lei, a una condizione che si faccia la valigia e se ne torni nel suo paese dove portano l’hijab, qui da noi le leggi sono diverse e se non gli stanno bene debbono andarsene immediatamente a i loro paesi, perchè con il buonismo con l’accoglienza, e la carità a questa gente, abbiamo visto i risultati di quante persone anno ammazzato in questi ultimi mesi.

  2. Non puoi dettare legge a casa degli altri, siura, ti devi adattare tu mi dispiace!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -