Libia, deputati di Tobruk: l’Italia non conceda basi militari agli USA

 

HaftarIl gruppo parlamentare libico “Sovranità patriottica” presso la Camera dei rappresentanti di Tobruk esorta “il popolo e il parlamento italiano” a esercitare pressioni sul governo di Roma per “rispettare le istituzioni legalmente elette della Libia” e “coordinarsi con loro prima di concedere le sue basi agli aerei da guerra statunitensi per bombardare Sirte”, roccaforte dello Stato islamico (Is) nel paese nordafricano.

Lo ha detto ad “Agenzia Nova” Khalifa Saleh al Deghiri, capo del gruppo parlamentare libico che tuttavia finora si è sempre rifiutato di votare la fiducia al governo di accordo nazionale con sede a Tripoli, riconosciuto dall’Onu, nonostante 101 deputati su 188 abbiano firmato una lettera a sostegno dell’esecutivo legittimo.

“Sovranità patriottica” conta 75 deputati ed è il gruppo di Aguila Saleh, presidente del parlamento di Tobruk, recentemente raggiunto da sanzioni Usa e Ue per aver ostacolato la riconciliazione nazionale libica; sostiene il generale Khalifa Haftar, comandante dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) della Cirenaica.

“Condanniamo il terrorismo e i gruppi terroristici di ogni tipo. Denunciamo ogni sorta di intesa con i loro leader”, ha detto Deghiri. “Tuttavia, condanniamo anche la violazione della sovranità libica da parte degli Stati Uniti e del governo di accordo nazionale, che non è ancora legittimo ed impiega milizie fuorilegge pericolose tanto quanto lo Stato islamico, senza alcun coordinamento con il parlamento basato a Tobruk”, aggiunge il deputato libico. “Il blocco parlamentare ‘Sovranità patriottica’ rifiuta ogni intervento militare straniero da parte di qualsiasi paese senza il consenso del parlamento legittimamente eletto e senza consultare le Nazioni Unite”, ha spiegato ancora, accusando il Consiglio di Sicurezza dell’Onu di essere responsabile delle presunte “violazioni della sovranità libica” agenzia nova

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -