Kenya: uomo sterile taglia le mani alla moglie perché non resta incinta

 

Per sette anni l’ha accusata di essere una donna inutile, incapace di dargli l’erede che tanto desiderava. Le accuse e i maltrattamenti sono continuati anche davanti all’evidenza, quel responso dei medici in cui si dichiarava che l’unico ad avere problemi a concepire era proprio lui. Tuttavia nulla ha fermato la sua sete di vendetta contro la donna che aveva sposato e che, nonostante tutto, continuava a dargli amore: si è presentato alla sua porta e l’ha aggredita con un machete, prima di tagliarle entrambe le mani.

kenya-mani-tagliate2

Scrive il messaggero – È successo a Masii, in Kenya, dove Jackline Mwende, 27 anni, porterà sul corpo e nella mente i segni dell’odio di Stephen Ngila, 34 anni, l’uomo che ha sposato sette anni fa. Dal giorno delle nozze i due hanno provato invano ad avere un bambino. Dopo estenuanti tentativi e delusioni cocenti hanno deciso di rivolgersi a un medico. L’esito degli accertamenti parlava chiaro: Stephen aveva un problema di fertilità risolvibile, a detta dei dottori, grazie a un trattamento. A quegli appuntamenti l’uomo non si è mai presentato e ha continuato ad accusare la moglie di non essere in grado di avere bambini. Tre mesi fa la coppia si è separata: Stephen è andato via da casa e non si più fatto vivo. Fino al 24 luglio, quando si è presentato alla porta di Jackline con un machete in mano.

«Erano le 20.30 quando ho sentito bussare – ha raccontato la donna a The Nation – Quando ho aperto, lui era di fronte a me con un machete in mano. Mi ha detto che quello era il mio ultimo giorno, poi mi ha attaccato e mi ha tagliato entrambe le mani». La donna è stata colpita anche alla testa, ma nonostante le terribili ferite è riuscita a sopravvivere. «Oggi chiedo che lui rimanga in prigione fino all’ultimo dei suoi giorni – ha continuato – Voleva uccidermi nonostante sapesse quanto io lo amavo. È una persona senza cuore». Stephen è stato arrestato il giorno successivo all’attacco e adesso dovrà attendere il processo per sapere cosa ne sarà della sua vita. Il caso ha suscitato un’ondata di indignazione in Kenya e la storia di Jackline sta facendo il giro del pianeta.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Kenya: uomo sterile taglia le mani alla moglie perché non resta incinta”

  1. E noi dobbiamo fare integrazione umanitaria.??? con i Tadliagole.??? . Bombaroli.???
    Per fare un cittadino da un campagnolo ci vogliono TRE generazioni.
    QUI. ci vogliono secoli.!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -