Marsiglia, festa all’acquapark: solo donne e col burkini

 

“Festa in piscina ma solo col burkini”. A Marsiglia, un’associazione di donne dei quartieri Nord, i più poveri e difficili della città, ha organizzato per il 10 settembre una giornata di divertimento e relax in un Acquapark della regione. Per l’occasione, l’impianto è stato completamente privatizzato ma l’iniziativa ha scatenato roventi polemiche, soprattutto per il controverso ‘dress code’ richiesto dagli organizzatori per partecipare all’iniziativa. Sul manifesto, l’associazione ‘Smile 13’ sottolinea che il parco autorizza “eccezionalmente il Burkini”, vale a dire il costume da bagno che copre dalla testa ai piedi le donne musulmane.

L’associazione invita i partecipanti a “rispettare l’Awra” e a non presentarsi “con il due pezzi: le parti del corpo devono essere coperte dal petto al ginocchio. Il minimo indispensabile sono un pareo o un paio di pantaloni corti”. Alla giornata sono ammesse solo donne e bimbi. La locandina ha scatenato proteste bipartisan di tanti politici dell’hinterland di Marsiglia. (ANSA)

In Marocco stanno vietando i burkini >>>

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -