Cagliari: un altro immigrato affetto di tubercolosi fugge dall’ospedale

 

tubercolosiUn paziente somalo affetto da una grave forma di tubercolosi si è allontanato dal reparto malattie infettive dell’ospedale SS. Trinità e non ha fatto più rientro. Lo scrive castedduonline.it

E non sarebbe la prima volta che persone infette se la danno a gambe dall’ospedale. Già due settimane fa in una lunga lettera i medici cagliaritani aveva lanciato l’sos sulla situazione anomala del reparto malattie infettive, e anche il deputato di Unidos Mauro Pili aveva presentato un’interrogazione legata alla fuga dal reparto dal presidio sanitario cagliaritano.

Migranti, allarme tubercolosi in Sardegna: interrogazione alla Lorenzin

Per Paolo Cugliara segretario provinciale Filas, “la situazione sta sfuggendo di mano, con l’ennesima fuga, si sta creando una situazione di pericolo grave di contagio. Purtroppo a causa della mancanza di organico, i medici e infermieri non riescono a tenere sotto controllo tutto- denuncia- Mi chiedo il motivo per cui nell’ospedale Binaghi nato come centro di riferimento per le malattie infettive, c’erano quattro reparti di pneumologia che sono poi stati chiusi, e al Santissima Trinità si sono sacrificati gli spazi del reparto malattie infettive per quelli del laboratorio unico di analisi. Chiediamo che tipo di interventi la regione Sardegna ha intenzione di fare anziché pensare alla Als unica, perché qui la situazione sta diventando fuori controllo.”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -