Studentessa romana muore di meningite dopo la Gmg

 

Susanna Rufi, 19 anni, di ritorno dalla Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia, stava male, ma le amiche avevano pensato a troppa stanchezza, magari un’insolazione. «Vomitava e stava male – racconta una compagna – aveva la febbre molto alta, ma credevamo avesse preso troppo sole, la temperatura era alta, magari poteva essere un’insolazione». Invece Susanna aveva la meningite e da quel viaggio non è più tornata.

Poichè la giovane è transitata per Casa Italia – quartier generale a Cracovia del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile della Cei – l’ospedale di Vienna, a livello cautelativo, invita tutti coloro che abbiano visitato la struttura ad effettuare lo stesso trattamento. Nel caso in cui qualcuno accusasse sintomi quali febbre alta, mal di testa o di gola, problemi di vista o perdita di conoscenza, deve recarsi subito in ospedale, indicando quale potrebbe esserne la causa. “La Chiesa italiana – sottolinea la Cei – si stringe nel cordoglio attorno ai familiari della ragazza rimasta vittima, a conclusione di un’esperienza che è stata all’insegna della fraternità e della condivisione”. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -