Prete sgozzato, Cei: “tragedia che colpisce soprattutto i musulmani”

 

cei vescoviEsprime soddisfazione per la presenza dei musulmani in chiesa, oggi, come risposta al recente attentato in una chiesa di Rouen dove due terroristi jihadisti francesi hanno sgozzato un sacerdote cattolico, il portavoce della Conferenza episcopale italiana (Cei): “Non è certo una mescolanza di identità, come ho letto da qualche parte, ma il fatto che davanti ad una tragedia che colpisce tutti, soprattutto i musulmani, c’è comunque la volontà di andare verso l’altro“, ha commentato don Ivan Maffeis da Cracovia, dove si è conclusa oggi la Giornata mondiale della gioventù (Gmg) con la partecipazione di oltre 90mila ragazzi italiani.

“Userei l’immagine del ponte che il Papa ha ripetuto più volte ai ragazzi”, commenta il sacerdote trentino con un gruppo di giornalisti a Casa Italia, il quartier generale della Cei a Cracovia in questi giorni. “Per fare ponti bisogna essere in due e, a volte, capita che uno tende la mano e l’altro non gliela dà. Allora, commentava il Papa, queste sono le umiliazioni della vita. Quello di oggi è una notizia buona per il fatto che c’è stata da parte della Chiesa il desiderio di rispondere. Il Papa non ha sottovalutato il pericolo, ha detto anzi ‘siamo in guerra‘, più forte di così… Però non ha nemmeno fatto confusione, non ha permesso che le sue parole venissero distorte: ‘Siamo in guerra, ma non è una guerra di religione‘.

E lo stesso giorno i vescovi italiani sono usciti con un comunicato in cui affermavano: ‘Preghiamo, siamo preoccupati, però non cediamo ad alcuna logica di chiusura o di vendetta’. Da parte della Chiesa c’è, quindi, questa disponibilità a costruire il ponte. Io leggo la risposta di oggi come il fare un cammino verso l’incontro, non è certo una mescolanza di identità, come ho letto da qualche parte, ma il fatto che davanti ad una tragedia che colpisce tutti, soprattutto i musulmani, c’è comunque la volontà di andare verso l’altro, di vivere in una città dove ci si può sedere in un bar o prendere un tram senza avere paura dell’altro, che è la cosa peggiore”. askanews

 

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

2 Commenti per “Prete sgozzato, Cei: “tragedia che colpisce soprattutto i musulmani””

  1. Siamo al delirio!

  2. Alla CEI chiedo e dovrebbe spiegare : Tutti i cristani trucidati nelle parti del Medioriente – Africa . ecc… Sono tragedie che ricadono ai Musulmani.??? … E per . Cristiani restati vivi ???

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -