Lega Nord: “Vietare burqa e niqab in luoghi pubblici, applicare le leggi”

 

niqabRavenna – “Burqa e niqab siano vietati nei luoghi pubblici”. A chiederlo sono i consiglieri della Lega Nord e il consigliere Massimiliano Alberghini, che hanno presentato un ordine del giorno.

Lo scopo – spiegano – è quello di dare attuazione a quanto prevedono già le leggi: quella dell’8 agosto 1977, che dispone misure in materia di ordine pubblico e l’articolo 85 del Testo Unico della legge di pubblica sicurezza. La legge dispone già oggi che, nei luoghi pubblici, sia vietato l’uso improprio di caschi e qualsiasi indumento che renda difficoltoso il riconoscimento delle persone – spiegano la consigliera comunale ravennate, Samantha Gardin, il responsabile immigrazione Ln, Nicola Pompignoli, e Massimiliano Alberghini –. I recenti attentati in varie parti d’Europa ci impongono di adeguare misure d’intervento, vista l’urgenza suggerita dai tempi che corrono. Anche perché va ricordato l’episodio dell’albanese sorpreso armato in un parco di Ravenna, soltanto qualche giorno fa”.

L’ordine del giorno punta a impegnare sindaco e giunta a “chiedere un incontro al prefetto, per richiedere un’ordinanza in materia. Affinché sia vietato l’accesso con burqa e niqab in tutti i luoghi pubblici, come uffici, Poste e ospedali. De Pascale utilizzi la polizia municipale per fare rispettare il regolamento e incontri il prefetto, per adottare misure che in altri Paesi sono già state introdotte”.“

ravennatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -