Addio ad Anna Marchesini, talento comico straordinario

 

marchesini

E’ morta a 63 anni Anna Marchesini. Straordinaria attrice dal talento comico, era diventata celebre negli anni 80 in trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi. La Marchesini era malata da tempo di artrite reumatoide.

Nata a Orvieto il 19 novembre 1953, la Marchesini si era formata all’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico, a metà anni 70, debuttando a teatro con Tino Buazzelli e in classici come Cecov. Ma la svolta nella sua carriera sarebbe arrivata solo dieci anni più tardi, al momento dell’incontro con Solenghi e Lopez. I tre trovano subito un’intesa straordinaria e fondono i loro talenti per dare vita a una comicità fondata sulla parodia, che va dai grandi classici alla televisione contemporanea passando per personaggi della politica, che li catapulta in pochi anni nell’olimpo dei comici più amati.

In tv “Tastomatto” e “Fantastico” con Pippo Baudo, in teatro una serie di spettacoli a partire da “Allacciate le cinture di sicurezza”. Fino ad arrivare all’apice nel 1990, rappresentato dal rifacimento in chiave parodistica dei “Promessi sposi”, dove nel quadro della storia manzoniana i tre riescono a mettere dentro tutti i loro sketch più famosi.

Una volta sciolto il trio e ritiratasi sempre più a vita privata a causa della malattia che l’aveva minata nel fisico, Anna non si è arresa declinando il suo talento e la sua sensibilità in un nuovo campo, quello della scrittura. Negli ultimi anni aveva pubblicato alcune raccolte di racconti e proprio per presentare l’ultimo, “Moscerine”, era stata in televisione per l’ultima volta, l’anno scorso, da Fabio Fazio. tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -