Otranto, intercettato veliero con 37 clandestini pakistani

 

OTRANTO (LECCE), 29 LUG – Pattuglie della Polizia di Stato e dei reparti aeronavali di Bari e Taranto della Guardia di finanza hanno intercettato nelle acque di Porto Badisco, sul litorale di Otranto, un veliero con a bordo 37 clandestini pachistani. L’imbarcazione, denominata Ekaterina, lunga 15 metri e battente bandiera turca, procedeva a luci spente e all’alt imposto dalle forze dell’ordine i due scafisti, di 47 e 48 di nazionalità ucraina, poi arrestati, hanno cercato inutilmente di eludere i controlli.

Gli scafisti, individuati come tali grazie alle testimonianze di alcuni migranti, sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, rifiuto di obbedienza e resistenza a nave da guerra e inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione. L’operazione segue di un solo giorno il fermo di un altro veliero che, con uno scafista israeliano e sei migranti palestinesi, stava tentando di raggiungere la costa nei pressi di Torre Vado, nel basso Salento. ansa



   

 

 

1 Commento per “Otranto, intercettato veliero con 37 clandestini pakistani”

  1. Ma che ca22o arrestate o fate finta per salvare la faccia, lo si fa come fanno in Australia Nazione Civilissima! che non fanno entrare nessuno nel loro territorio perchè ci sono Politici con la P maiuscola e tengono ai loro cittadini Australiani, non come in Italia cittadini Italiani che anno contribuito a far crescere questa nazione di punto in bianco buttati per strada, sgombrati dalle abitazioni per far posto ai Clandestini! dove sta la vergogna?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -