La UE restituisce all’Italia 3,2 milioni di euro per gestire l’emergenza migranti

 

L’Italia, tra il 2007 e il 2013, ha versato all’Ue 109,7 miliardi di euro, ricevendone solo 71,8: il saldo negativo registrato è di 37,9 miliardi. Lo rileva la Cgia di Mestre su dati della Commissione europea. Siamo – assieme alla Germania, al Regno Unito e alla Francia – i contribuenti più generosi dell’Unione.

sbarchi

BRUXELLES, 29 LUG – La Commissione Ue ha assegnato 11 milioni di euro in fondi di emergenza a Grecia e Italia per gestire la crisi dei migranti, nell’ambito dei Fondi sicurezza (Isf), per rafforzare la capacità di accoglienza e registrazione in Grecia, e sostenere le attività di ricerca e salvataggio in mare dell’Italia.

All’Italia vanno (restituiti, NON REGALATI!) in tutto 3,2 milioni. In particolare 2,2 milioni di euro vanno alla Guardia costiera per le provviste di cibo a bordo delle navi per i migranti soccorsi, ed aiuterà a finanziare i costi del personale che lavora su navi e centri di coordinamento. Un milione va alla Marina, per sostenere l’acquisto di equipaggiamento e tute di protezione, per condurre in sicurezza gli screening medici dei migranti dopo salvataggio. Questa misura porta a 24,5 milioni di euro i fondi Amif e Isf mobilitati dalla Commissione Ue dal 2015 per l’Italia. Cifra che si aggiunge ai 592,6 milioni di euro già allocati all’Italia nell’ambito dei programmi 2014-2020 (347,7 milioni da Amif e 244,9 milioni da Isf).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -