Corea del Nord: gli Usa hanno oltrepassato la ‘linea rossa’

 

corea-nordGli Stati Uniti hanno “oltrepassato la linea rossa” inserendo il nome di Kim Jong Un nella lista delle sanzioni contro la Corea del Nord: lo ha detto un funzionario di Pyongyang all’agenzia Ap. La Corea del Nord ha inoltre affermato che gli Usa sono responsabili delle tensioni, difendendo il diritto di avere il “deterrente nucleare difensivo”.

Han Song-ryol, direttore generale del Dipartimento del ministero degli Esteri per gli affari Usa, ha spiegato che la situazione nella penisola coreana è su un percorso che porta dritto alla guerra a causa di alcune recenti mosse decise da Washington. Nel mirino del funzionario, le esercitazioni congiunte tra Washington e Seul, in programma ogni anno ad agosto a ridosso della linea demilitarizzata alle quali il Nord risponde con toni duri e minacce. Secondo Han, le manovre quest’anno sono studiate per preparare le truppe all’invasione della capitale del Nord e ad abbattere la sua leadership.

“L’amministrazione Obama – ha detto ancora – è andata avanti fino ad avere l’impudenza di sfidare la dignità suprema della Corea del Nord, al fine di sbarazzarsi della sua posizione sfavorevole. Gli Stati Uniti hanno attraversato la linea rossa nella nostra prova di forza”.

Anche se la Corea del Nord era già stata punita pesantemente con le sanzioni per le ambizioni nucleari e i piani balistici, il 6 luglio Washington ha annunciato una nuova stretta che ha colpito direttamente il leader Kim Jong-un. A stretto giro, il regime ha chiuso l’unico canale diplomatico tra i due Paesi, il cosiddetto “New York channel”. Han ha affermato che Pyongyang tratterà i rapporti con gli Usa con la “legge di guerra”. Kim e altri 10 funzionari di vertice del regime sono stati colpiti dalle sanzioni individuali in relazione alle presunte violazioni dei diritti umani, documentati dalla Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite, che includono il network dei “campi di lavoro” per i prigioni politici e il durissimo trattamento contro qualsiasi tipo di dissenso in Corea del Nord. ANSA

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -