Afghanistan, mutila i genitali alla moglie incinta: donna grave, perso il bambino

 

burqa-afghanistanUna nuova agghiacciante storia di abusi sulle donne arriva dal nord dall’Afghanistan, più precisamente dalla provincia di Takhar. Un uomo ha picchiato quasi a morte la moglie 20enne incinta di sei mesi, mutilandole parte dei genitali, apparentemente senza una ragione.

A denunciare l’accaduto – scrive la Bbc – è stata la donna stessa, che attualmente si trova ricoverata in condizioni critiche presso l’ospedale di Kunduz. Il fratello ha confermato alla tv britannica la natura delle ferite, sostenendo che la zia ha visto di persona i risultati della mutilazione, per effetto della quale la donna ha perso il bambino.

Stando alla ricostruzione dell’accaduto fatta dalla donna, il marito l’ha assalita senza alcun motivo con un grande bastone di legno e poi le ha tagliato i capelli. La madre dell’uomo e la cognata l’hanno aiutato poi a legarla al letto con una corda e a picchiarla. Il dipartimento per le donne del governo della provincia di Takhar ha fornito alla Bbc alcune foto della vittima, che appare gravemente ferita. Il comandante della polizia locale, Noor Muhammad Hakimi, ha dichiarato che l’uomo è “ricercato” e che è stata aperta un’indagine. adnkronos

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -