Germania: arrestato 15enne in contatto con Sonboly, pianificava un attacco

 

ali Sonboly

ali Sonboly

Un 15enne e’ stato arrestato a Ludwigsburg, nel sud-ovest della Germania. Nella casa del ragazzino sono stati trovati proiettili, coltelli, piante della sua scuola e prodotti chimici e istruzioni per la fabbricazione di esplosivi. Secondo quanto riferito dalla procura di Stoccarda e dalla polizia di Ludwigsburg, “il 15enne aveva pubblicato foto e disegni che facevano pensare a un possobile attacco”.

Il ragazzino ha confessato di aver pensato ad un attacco dopo essere stato vittima di bullismo, ma ha assicurato di aver gia’ desistito. Il giovane e’ stato ricoverato in un centro psichiatrico.

Il 15enne era stato in contatto online con il killer di Monaco. Lo ha reso noto la polizia di Ludwigsburg, precisando che il minorenne arrestato aveva avuto contatti su una chat con Ali Sonboly, il 18enne tedesco di origine iraniana che la scorsa settimana a Monaco ha ucciso nove persone, in maggioranza ragazzi, prima di suicidarsi.

La polizia ritiene comunque che non vi siano prove di un coinvolgimento del ragazzo arrestato nell’attacco di Monaco e neanche del fatto che fosse al corrente dei piani di Sonboly. Ad indirizzare la polizia verso il ragazzo di Ludiwgsburg è stata una persona che monitorava un forum online per appassionati di videogame violenti, passione condivisa anche dal 18enne tedesco-iraniano.

La procura ha deciso per un ricovero in una struttura psichiatrica per adolescenti.  SOLE24ORE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -