Stupro di gruppo, 15enne ricattata e violentata da 11 ragazzini

 

VIOLENZA-SESSUndici ragazzini sono stati arrestati per aver in più di un’occasione stuprato in gruppo una coetanea caduta in una trappola ideata dal suo fidanzatino. Gli episodi risalgono a qualche settimana fa, ma gli arresti sono scattati questa mattina, al termine delle indagini dei Carabinieri di Pimonte, che oggi, insieme ai colleghi di Gragnano e Vico Equense, coordinati dal Nor Castellammare di Stabia, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Napoli nei confronti degli 11 indagati, tutti minorenni, con l’accusa di violenza sessuale di gruppo ai danni di una loro coetanea.

Le indagini sono partite dalla denuncia della 15enne, che ai Carabinieri ha raccontato della terribile trappola in cui l’aveva attirata il suo ragazzo. Il ragazzino, infatti, dopo che avevano avuto un rapporto sessuale, l’ha minacciata di pubblicare un filmato che ritraeva la scena sui social network se non avesse avuto un rapporto anche con i suoi amici. Minaccia che si è ripetuta anche in altre occasioni.

L’attività di indagine ha consentito il riscontro delle dichiarazioni della vittima, poi ascoltata direttamente dal Pubblico Ministero minorile con l’ausilio di una psicologa, con quelle di alcuni testimoni, consentendo di individuare gli autori del fatto e le responsabilità di ciascuno nella commissione dei reati contestati. Gli undici indagati sono stati portati in comunità. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -