Traffico di esseri umani, cadaveri smembrati e scene di cannibalismo sul cell dell’eritreo

 

boss-eritreo

PALERMO, 21 LUG – Nel cellulare sequestrato all’eritreo arrestato in Sudan ed estradato a giugno in Italia con l’accusa di traffico di migranti sono state trovate fotografie di cadaveri smembrati e scene di cannibalismo. Emerge dalla memoria depositata dai pm di Palermo che ricercavano l’africano nell’ambito di una inchiesta su una delle principali reti criminali transnazionali che gestiscono il traffico di esseri umani tra l’Africa e la Sicilia.

Ha portato 8000 clandestini in Italia, arrestato boss eritreo

La scoperta è ritenuta particolarmente interessante dagli inquirenti – l’inchiesta è coordinata dai pm Geri Ferrara e Claudio Camilleri – soprattutto alla luce delle dichiarazioni rilasciate dal primo pentito del network criminale, Atta Wehabrebi che ha raccontato che chi, tra i migranti, non riusciva a pagare la somma pattuita per il viaggio veniva ucciso e usato per il traffico di organi. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -