Editore scelto da Renzi per salvare l’Unità arrestato per bancarotta fraudolenta

Condividi

 

 

unitaL’editore Guido Veneziani è stato arrestato per il crac della Roto Alba, la storica stamperia di Alba in provincia di Cuneo. La parabola dell’uomo che Matteo Renzi e il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi avevano scelto per salvare l’Unità, in tandem con la Eyu srl del Partito democratico, finisce dunque nel carcere di Asti. Lì Veneziani è stato portato dai militari della Guardia di finanza di Cuneo il 20 luglio, ma la notizia è stata confermata solo il giorno dopo.

Le accuse a suo carico vanno dalla bancarotta fraudolenta aggravata alle false comunicazioni sociali. Oltre che l’arresto di Veneziani, il pm di Asti Laura Deodato ha disposto anche i domiciliari per Gianmaria Basile, socio storico di minoranza di Veneziani nella Guido Veneziani Editore (Gve) e ritenuto dagli inquirenti amministratore di fatto di Roto Alba, e sua sorella Patrizia Basile. Oltre ai tre arrestati, risultano indagate altre cinque persone i cui nomi non sono stati diffusi.

Leggi il seguito su IL FATTO

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -