Dov’era la NATO la settimana prima del colpo di stato in Turchia?

 

nato-stoltenberg

La NATO non ha ancora formulato esempi specifici sulla cosiddetta minaccia russa, che l’Alleanza Atlantica sfrutta nuovi pretesti per avanzare verso oriente, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

“Serve chiamare le cose con il loro nome. Dicono così: l’avvicinamento delle infrastrutture della NATO verso i confini russi. Penso che proprio questo dichiarano i funzionari della NATO più o meno apertamente e chiaramente nel corso dell’ultimo anno. Si sono inventati la minaccia russa e vogliono affrontare questa minaccia in modo da opporsi. Non ci sono esempi sulla minaccia russa, non ci sono obiettivi specifici, per così dire, e realistici su cui si basano per combattere questa minaccia, che non vediamo. Nessuno ne vede,” — ha affermato in un’intervista con Sputnik.

“La Turchia è un membro della NATO, per di più grande e molto attivo. La domanda sorge spontanea: dove era l’Alleanza Atlantica una settimana prima del colpo di stato, quando si è svolto il vertice?

Una tale struttura politico-militare, che ha tutti gli strumenti per lavorare sulla sicurezza, non ha detto alcuna parola non solo sui rischi potenziali della sicurezza della Turchia, ma della sicurezza regionale. Uno sviluppo degli eventi negativo sul rovesciamento di un governo legittimo avrebbe portato al disastro sia la situazione interna in Turchia e una maggiore destabilizzazione della regione.

Dov’era la NATO? L’Alleanza Atlantica si occupava dell’imaginaria minaccia russa. Persone snob, che non vedendo il resto, si concentrano su qualche minaccia immaginaria che loro stesse hanno creato, dopodiche decidono di confrontarsi con essa.

E’ il classico esempio del falso orientamento dell’Alleanza Atlantica con le minacce.

Notiamo che tra il vertice di Varsavia e il tentato golpe in Turchia è avvenuto l’attentato terroristico di Nizza. Tutto questo è accaduto dopo che i leader dei Paesi membri della NATO si sono riuniti ed hanno discusso della cosiddetta minaccia ibrida della Russia. Nasce l’interrogativo sul ruolo della NATO in questa storia.”

it.sputniknews.com

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -