Turchia: sospesi 15.200 insegnanti e 1.557 rettori di università pubbliche e private

 

Turchia-prigione

Dopo il fallito golpe della scorsa settimana, una vera e propria epurazione è in corso nel settore dell’istruzione in Turchia. La CnnTurk riporta che il ministero dell’Istruzione ha sospeso 15.200 dei suoi dipendenti. Il quotidiano Hurriyet aggiunge che l’Alta commissione per l’istruzione (Yok) ha chiesto la revoca dei mandati di 1.557 rettori di università pubbliche e private, sospettati di legami con la rete che fa riferimento al predicatore Fethullah Gulen, indicato dal governo come mente del fallito golpe. ‘Purghe’ sono atto in molti altri ministeri, nelle forze armate, nell’intelligence e nella magistratura.

Sono 257 i dipendenti dell’ufficio del primo ministro turco che sono stati silurati dopo il golpe della scorsa settimana per presunti legami con la rete di Fethullah Gulen. Sospesi con la stessa motivazione 10 dipendenti dell’Agenzia nazionale di intelligence (Mit). Sono invece finiti sotto inchiesta 370 dipendenti della tv pubblica Trt, mentre è di diverse migliaia il bilancio delle persone sospese, messe sotto inchiesta o arrestate ai ministeri degli Interni e della Giustizia.

Un tribunale di Istanbul ha inoltre rinviato a giudizio 278 persone con l’accusa di essere coinvolte nel tentato colpo di Stato. I sospetti, tra cui 13 ufficiali e soldati di alto rango, sono accusati di “crimine contro il governo” e di “essere membri di un’organizzazione terroristica armata”. Secondo l’Ufficio del procuratore capo di Istanbul, altri 900 sospetti sono ancora sotto interrogatorio. Secondo l’articolo 309 del Codice penale turco, chiunque venga riconosciuto colpevole di queste accuse “sarà punito con l’ergastolo”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -