USA: il killer degli agenti a Baton Rouge era ex Marine afroamericano

 

killer-Gavin-Eugene-Long

Washington, 18 lug.  – L’uomo che ha sparato e ucciso tre agenti di polizia e ne ha feriti altri tre a Baton Rouge, in Louisiana, era un veterano dei Marine che ha servito in Iraq dal giugno 2008 al gennaio 2009. Abbattuto a sua volta dalla polizia, l’uomo si chiamava Gavin Eugene Long, ed era un afroamericano di 29 anni.

Il capo del dipartimento di polizia della Louisiana, Mike Edmonson, ha detto che non ci sono altri sospetti in fuga. Long aveva ottenuto diversi riconoscimenti e medaglie nel corso della sua carriera militare durata cinque anni, ma l’anno scorso aveva fatto cambiare il suo nome per diventare “Cosmo Ausar Setepenra”, un modo di rimarcare la sua appartenenza alla Nation Washitaw, un gruppo afroamericano che si autoproclama nazione sovrana sulla base della Dichiarazione sui Diritti dei popoli indigeni.

Sul suo sito web si era autodefinito come uno “stratega della libertà, allenatore per giochi mentali, nutrizionista, autore e consulente spirituale”. La polizia non aveva avuto a che fare con lui finora. Ma molti post sul suo account Twitter prendevano di mira i bianchi: dopo la sparatoria di Dallas dell’8 luglio, in cui erano stati uccisi cinque poliziotti, il suo post diceva: “Lo sparatore NON ERA BIANCO, era uno di noi! # la mia religione è la Giustizia @tariqnasheed@ZoWilliams@thecoreyholcomb”.

In un altro scriveva: ” La violenza non è LA risposta (è una risposta), ma quando vi alzerete in piedi per impedire che il vostro popolo di nativi americani non sia ESTINTO ?”.Uno degli agenti uccisi da Long, Montrell Jackson, era un nero. Gli altri due sono stati identificati come Matthew Gerald e Brad Garafola. In un minaccioso tweet scritto pochi minuti prima della mezzanotte di domenica, giorno peraltro del suo compleanno, Long scriveva: “Solo perché vi svegliate ogni mattina, questo non significa che siete vivi. E solo perché sentite la vostra forza fisica, questo non significa che siete morti”.  (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -