Villacidro: sindacalista Fiom denuncia uno “xenofobo”

 

CAGLIARI, 16 LUG – I carabinieri di Villacidro hanno dato un nome al responsabile dell’affissione dei manifesti xenofobi trovati in alcune strade del paese. Arrestato Michele Garippa, 44 anni. L’uomo, ora ai domiciliari, deve rispondere di diffamazione, detenzione e spaccio di droga: in casa, infatti, sono stati trovati 550 grammi di marijuana, quasi 3 grammi di cocaina e oltre duemila euro in contanti.

Tutto è partito dalla denuncia del sindacalista Fiom Gian Luigi Marchionni, che aveva trovato affisso su un lampione di via Nazionale un volantino con la foto cerchiata di un migrante e la scritta “Stop ai negri, i soldi ai sardi”. Scattate le indagini, i militari sono arrivati a Garippa decidendo di perquisire la sua abitazione. Oltre alla droga, sono stati scoperti una ventina di manifesti a sfondo razzista identici a quelli comparsi a Villacidro. I carabinieri stanno ora cercando di stabilire se l’uomo abbia “confezionato” da solo i volantini o se qualcuno gli abbia chiesto di affiggerli. Sconosciuti i motivi del gesto. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -