Turchia: imam contro Pokemon Go, “il gioco in moschea è blasfemo”

 

Diyanet-Sen Come previsto dal gioco che sta spopolando in tutto il mondo, in questi giorni migliaia di persone si sono riversate nelle strade a caccia delle figure virtuali, ‘sconfinando’ in diversi casi dentro le moschee. Una mania collettiva che ha scatenato la furia dell’unione degli imam turchi, Diyanet-Sen: “Questo mina l’importanza e il significato delle moschee, che sono i più bei luoghi di preghiera dell’Islam. Voglio che sia vietata in Turchia”, ha detto il suo capo, Mehmet Bayaraktutar, citato dal quotidiano Haberturk.

Un uso poco accorto della app sembra preoccupare anche il governo turco. Il ministero della Salute ha invitato i cittadini a non giocare in giro per le città nelle ore più calde, tra le 11 del mattino e le 4 del pomeriggio, lanciando anche un appello a “guardare la strada e non lo schermo del cellulare, soprattutto quando si attraversa”. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -