“Il calcio è vietato dall’islam”, 4 calciatori decapitati da Isis

 

calciatori-decapitati-isis

Isis, nuovo orrore: decapitati 4 calciatori. L’accusa è quella di giocare a calcio, un’attività che gli estremisti ritengono contro l’Islam.

Per questo motivo quattro famosi calciatori siriani, militanti nella popolare squadra dell’Al Shabab, sono stati decapitati dalle milizie dell’Isis a Raqqa (Siria), in pieno giorno.

Osama Abu Kuwait, Ihsan Al Shuwaikh, Nehad Al Hussen e Ahmed Ahawakh: questi i nomi dei calciatori brutalmente uccisi in una piazza della città davanti a centinaia di persone, bambini inclusi, come riporta il quotidiano britannico Mirror.

“ERANO ANCHE SPIE” – Secondo l’Isis ci sarebbe in realtà un altro motivo dietro a questa esecuzione: i quattro uomini avrebbero segretamente collaborato con un gruppo di ribelli curdi, nemici delle milizie sciite. Erano considerati delle spie, e per questo sono stati giustiziati.

today.it

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -