Migrante morto in una rissa, beni di Mancini a disposizione della compagna

 

AMEDEO-MANCINIFERMO, 11 LUG – Amedeo Mancini “riconosce di avere una responsabilità morale ma non giuridica” nella morte del migrante nigeriano Emmanuel Chidi Nnamdi, per questo “mette a disposizione tutto quello che ha, un terzo di casa colonica e un pezzettino di terra lasciatagli dal padre, a disposizione della vedova”.

Lo ha detto il difensore dell’ultrà, in stato di fermo per omicidio preterintenzionale con aggravante razzista, l’avvocato Francesco De Minicis. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -