Obama: il demente che ha ucciso i poliziotti non rappresenta gli afroamericani

 

obama-dorme

OBAMA – L’afroamericano che ha aperto il fuoco a Dallas contro i poliziotti era “una persona disturbata”. Lo ha detto Barack Obama in una conferenza stampa a Varsavia, sottolineando che le “azioni di pochi non possono definire tutti gli americani”. “Il demente che ha condotto questi attacchi a Dallas non rappresenta gli afroamericani, così come lo sparatore di Charleston non rappresenta i bianchi o quelli di San Bernardino e Orlando non rappresentano i musulmani americani“- ha detto Obama – “loro non parlano per noi. Non sono quello che siamo”.

“Gli americani di tutte le razze e di ogni provenienza sono giustamente oltraggiati dagli imperdonabili attacchi alla polizia, siano a Dallas o altrove”, così come “gli americani di tutte le razze e ogni provenienza sono giustamente rattristati e arrabbiati” per la morte di afroamericani uccisi dalla polizia, ha detto ancora Obama. Secondo il presidente degli Stati Uniti, anche se vi è “dolore, rabbia e confusione” c’è anche la consapevolezza che “questo non è quello che vogliamo come americani, che questo ci servirà per andare avanti in maniera costruttiva e positiva”.

“Questa è stata una dura settimana”, ma “l’America non è divisa come sembra”, ha evidenziato il presidente americano, sottolineando che non si è tornati agli anni Sessanta: oggi non ci sono rivolte ma manifestazioni pacifiche il cui svolgimento è protetto dalla polizia, ha assicurato. La diffusione delle armi, ha osservato, è legata alle tensioni fra la polizia e le comunità locali. Se si considerano gli ultimi anni, gli Stati Uniti “sono unici per l’estensione della violenza”. E “parte della tensione è dovuta al fatto che la polizia agisce con difficoltà sapendo che le pistole sono ovunque”, ha continuato Obama, sottolineando che a Dallas, dove è lecito esibire le proprie armi, gli agenti dovevano tenere conto che la gente poteva manifestare portando le pistole, e questo ha distratto la polizia dall’attentatore principale. adnkronos

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -