Sanità, pazienti detenuti violenti: “A Volterra mancano i requisiti minimi di sicurezza”

Violenze alla Rems, il Nursind chiede l’intervento di Saccardi
Giannoni, “Inaccettabile mettere una pezza con gli interinali”

Firenze, 6 luglio 2016

“E’ inaccettabile l’idea di mettere una pezza sulle carenze di personale e soprattutto di sicurezza del personale infermieristico della Rems di Volterra attraverso contratti interinali”. E’ quanto dichiara Giampaolo Giannoni, coordinatore regionale Nursind, sindacato autonomo degli infermieri, firmatario di un appello indirizzato all’assessore regionale Stefania Saccardi.

Già nelle scorse settimane il segretario provinciale Nursind Daniele Carbocci aveva denunciato la situazione di pericolo e le ripetute violenze ai danni del personale della Residenza per l’esecuzione delle misure detentive di Volterra, dove sono confluiti alcuni pazienti dell’Opg. “Violenze riscontrate anche dalle forze di polizia – sottolinea Giannoni – che espongono i lavoratori a un rischio continuo. E che contrastano profondamente con la politica di assunzioni condotta fin qui dalla Regione Toscana”.

“I contratti del tipo ‘libero professionale’ o tramite agenzie interinali – attacca il coordinatore regionale Nursind – non garantiscono né la dovuta esperienza prevista dalla normativa per strutture del genere né la necessaria motivazione, essendo forme contrattuali di precariato”.

“L’assenza di personale di vigilanza all’interno della struttura – continua – non è in grado di garantire i requisiti minimi di sicurezza per il personale in servizio: la necessità di ricorrere all’intervento esterno delle forze dell’ordine comporta infatti lunghi tempi di attesa”.

“Auspichiamo una presa di posizione urgente da parte di Saccardi – conclude Giannoni – per scongiurare la sottovalutazione del caso Volterra, fin qui rimasto fin troppo sottotraccia”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -