Presidente Repubblica Ceca favorevole a referendum per lasciare la UE

 

Si allunga la lista dei paesi che vogliono un referendum sulla permanenza nella UE.

zeman

Dopo che in Francia, Olanda, Austria, Lettonia e Slovacchia forze politiche hanno apertamente dichiarato che indiranno il referendum per abbandonare la Ue e si stanno anche raccogliendo le firme necessarie per far sì che accada presto, adesso anche nella Repubblica Ceca c’e’ chi vuole un referendum sulla UE e a farne richiesta e’ addirittura il presidente della repubblica Milos Zeman.

Il presidente Zeman ha dichiarato che vuole che la Repubblica Ceca rimanga nella UE pero’ e’ intenzionato a fare di tutto affinche’ i suoi concittadini possano votare ed esprimere la loro opinione.

A spingere Zeman a fare questa dichiarazione e’ il crescente, dilagante euroscetticismo tra i cittadini della Repubblica Ceca: infatti secondo un sondaggio fatto da CVVM lo scorso aprile solo il 25 % e’ felice di far parte della UE mentre un anno prima ad essere felici erano il 32% della popolazione. Il che è come dire che una forte maggioranza di cittadini vorrebbe che la Repubblica Ceca uscisse dalla Ue immediatamente.

Chiaramente questo crescente euroscetticismo non poteva essere ignorato e per questo Zeman vuole un referendum. Ma quante possibilita’ ci sono affinche’ questo referendum possa essere fatto?

Al momento la costituzione non lo consente e per cambiarla e’ necessario che ci sia una maggioranza del 60% in entrambe le camere e al momento non e’ chiaro se ci sia il consenso necessario per cambiare la costituzione in entrambi i rami del Parlamento. In uno, certamente, nell’altro occorrono accordi politici che potrebbero essere fatti, visto il grande imprimatur al referendum per lasciare la Ue che arriva dal Capo dello Stato.

Il primo ministro Bohuslav Sobotka per ora esclude la possibilita’ di un referendum – mancando i requisiti costituzionali per poterlo autorizzare – ma ha detto chiaramente che cosi’ com’e’ l’Unione Europea non funziona e vorrebbe dare un forte segnale per indurre gli eurocrati a cambiare, ovvero è disponibile a intraprendere il percorso legislativo per introdurre il diritto di referendum nella Costituzione.

Questa notizia e’ stata riportata da diversi quotidiani britannici ma completamente censurata in Italia perche’ creerebbe imbarazzo per il governo Renzi, non fosse altro perchè in molti si chiederebbero il motivo per il quale il presidente Sergio Mattarella non segue l’esempio del suo collega ceco chiedendo anche lui identico referendum.

GIUSEPPE DE SANTIS -  il nord

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Presidente Repubblica Ceca favorevole a referendum per lasciare la UE”

  1. ARRIVATI A QUESTO: VUOLE DIRE CHE A STRASBURGO NON CI SONO I RAPPRESENTANTI DEGLI STATI APPARTENENTI ALLA U.E. MA COMMECIANTI NOSTALGICI DELLE SPECULAZIONI DI “BORSA” E SPICCIOLI. CON SOCIETà AI CONFINI PER IL DAZIO E LE GABELLE DI CAMBIO E TANTO ALTRO … ALLA ESPORTAZIONI ED IMPORTAZIONI DI MERCI. COME VI ERANO PRIMA . UN AGGRAVIO DI SPESE AI FINI BUROCRATICI., PAGATI DALL’ULTIMO.;DELLA “CATENA” PER CONTO.COME ALLORA … BONOMI – TREZZA . ACQUARONE ALLE SOGLIE DEL PAPATO “DAZIO” ITALICO PER AVER “USURPATO” LA LORO GESTIONE DELLA ITALIA. ((( CI VOLEVA U.E. 1972 PER FAR CESSARE IL DAZIO)))- … ORA COMPAIONO I NOSTALGICI O “SPROVVEDUTI.???!!!=

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -