Catania, anziana uccisa nel pollaio di casa: arrestato romeno

 

Il delitto è avvenuto tre giorni fa, ma all’inizio si era pensato che il decesso fosse legato a un evento naturale e non un omicidio. Il corpo della donna era stato trovato in un locale della sua abitazione, adibito a ricovero per le galline. I segni che presentava sembravano compatibili con lesioni che si sarebbe potuta essere procurata cadendo dopo essere stata colta da malore. Ma i successivi accertamenti medico legali e le indagini dei carabinieri della compagnia di Acireale hanno permesso di accertare che era stato un omicidio.

Le attenzioni degli investigatori si sono soffermate anche sul romeno 26enne che collabora nelle campagne della famiglia, una sorta di factotum di parenti della vittima che dava una mano anche all’anziana donna.

Gli accertamenti dei militari dell’Arma, coordinati dalla Procura distrettuale di Catania, hanno portato a sospettare dell’uomo come possibile autore del delitto e a ricostruire un quadro probatorio a suo carico. Ieri, dopo un lungo interrogatorio, durante il quale ha ammesso le sue responsabilità, il 26enne è stato fermato per omicidio. Il movente potrebbe essere legato a un contrasto con la vittima. I particolari sull’operazione saranno resi noti domani, durante una conferenza stampa che si terrà alle 11.15 nella saletta della Procura di Catania. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -