Brexit, Nigel Farage accusato di razzismo

 

LONDRA – E’ bufera su Nigel Farage dopo che ha presentato un poster contro l’invasione di massa definito, soprattutto dagli europeisti,  come chiaramente razzista.

Farage EU Referendum

Nel manifesto per il referendum sulla Brexit si vedono migliaia di migranti in marcia e la scritta ‘breaking point’, cioè il punto di rottura raggiunto perché viene permesso l’ingresso di troppi stranieri nei Paesi Ue.  Alcuni hanno evidenziato che ricorderebbe un’immagine simile usata dalla propaganda nazista degli anni Trenta.

Il Cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, sostenitore della permanenza nell’Ue, ha definito il poster “ignobile”.
Parole simili anche dal ministro della Giustizia, Michael Gove, esponente dei conservatori pro Brexit, che sarebbe  “rabbrividito” quando lo ha visto.

Rabbrividiscono per poco, per un’immagine. Evidentemente non hanno letto questo articolo  Straziante articolo dalla Grecia, “Per alcuni la scelta è: le medicine o il cibo”, che parla di fame e morte il prezzo che si paga per rimanere nella UE



   

 

 

2 Commenti per “Brexit, Nigel Farage accusato di razzismo”

  1. Ipocriti,miserabili,infami e traditori;mentono sapendo di mentire;altrimenti sono così idioti che un acaro è-al confronto-un premio nobel!

  2. Ce ne fossero di Farage, l’UE e i vari paesi pensano solo ai clandestini ripeto CLANDESTINI che questi Politici di MxxxA chiamano profughi, andate a vedere cosa è accaduto e sta accadendo in Grecia anche su questo articolo, purtroppo siamo un popolo senza sangue.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -